abruzzoinevidenzanatura

Fare Verde Chieti denuncia l’abbandono di Colle Arenazze

L’anno passato ci ha insegnato più di ogni altro momento il valore delle aree verdi, veri e propri “polmoni” dove ognuno può evadere dall’inquinamento e dal caos cittadino. Queste aree ricreazionali hanno spesso il pregio di raccogliere esempi di flora e fauna autoctoni, che trovano in esse delle oasi di rifugio.

Colle Arenazze, con la sua area naturalistico-archeologica-monumentale nasconde un immenso e perlopiù sconosciuto patrimonio: oltre emergenze vegetali e animali, non mancano importanti testimonianze di insediamenti che si estendono temporalmente dal Neolitico all’Età del Ferro fino all’Età Romana.

Da un punto di vista naturale, le aree identificate risultano essere estremamente ricche di specie, anche di pregio: ne sono un esempio le numerose orchidee spontanee che vegetano sul colle (protette dalla normativa CITES).

Queste ed altre specie arricchiscono alcuni ambienti semi-naturali tipici della costa teatina e delle sue vallate che risalgono l’entroterra: la macchia, la gariga, il prato arido, il bosco misto di Roverella. Sono tutti esempi di vegetazione molto frammentata nell’intero Comune e che ritroviamo ben rappresentati solo a Colle Arenazze.

Il diritto dei cittadini di frequentare questa area per fare sport, passeggiare o semplicemente rilassarsi qualche ora lontano dal traffico è continuamente minacciato dall’abbandono e dal degrado. Rifiuti edili, elettrodomestici, pneumatici e lastre di eternit contribuiscono non solo all’inquinamento generale dell’area ma causano una notevole riduzione della fruibilità del colle.

Percorrendo la strada che dal quartiere Tricalle conduce al punto più elevato della formazione, ci si accorge subito di quanto possa essere rischioso camminare nella zona, dove qualsivoglia genere di scarto abbonda (vetri rotti, cocci, lamiere, plastiche, ecc.).

Fare Verde Chieti accompagnata dal Dottor Antonio Pica, dottore in scienze ambientali e forestali, denuncia, in questo video, lo stato di abbandono in cui versa questa oasi naturale con la promessa che faremo ogni cosa per restituirla alla comunità!

Link per il video: http://

Tags: abruzzo, inevidenza, natura

TRENDING POST

Seguici

YouTube

tag

Menu
LAB News
1901 Lemur Ave Chieti, CH 66100
Categorie: